Lo stile industriale si è affermato tra le nuove generazioni e rappresenta una soluzione di arredamento molto ricercata e versatile adatta alle abitazioni moderne.

Lo stile industriale, la storia e le sue caratteristiche

Lo stile industriale nasce a New York già dagli anni ’50 e si è affermato in maniera decisiva a partire dalla fine del secolo scorso. Il cuore di questo stile è racchiuso nell’idea di riconvertire gli antichi e ampi spazi delle vecchie fabbriche o uffici americani in disuso e creare in questo modo abitazioni uniche come i loft: appartamenti pensati in uno spazio aperto e molto ampio. Lo scopo era quello di mantenere ed esaltare la bellezza unica di quegli spazi industriali con i suoi elementi caratteristici dandogli però nuova vita.

L’arredamento industrial style con caratteristiche così uniche si è affermato sempre di più, prima nelle grandi metropolitane poi anche nelle realtà più piccole. Gli open space sono quindi i più adatti per proporre uno stile industriale, in quanto rievocano proprio gli spazi aperti delle industrie. Ciò non toglie però la possibilità di optare per uno stile industriale anche in appartamenti dal taglio classico, scegliendo magari di utilizzarlo solo in alcune stanze. In questo senso per esempio una cucina industrial style è molto di tendenza nell’arredamento.

Ma quali sono le caratteristiche dello stile industriale? Si tratta di uno stile minimalista, con un design essenziale dalle linee pulite, conferite anche dall’uso di materiali robusti tra cui principalmente il metallo, utilizzato spesso per esempio nelle scale che portano ai soppalchi. È tipico poi l’uso di complementi d’arredo vintage.

I mobili usati sono principalmente funzionali, per esempio un vecchio baule può essere inserito in salotto come piano d’appoggio. Oppure dei vecchi bidoni in metallo diventano pratici tavolini vicino al divano in una logica di riciclo degli oggetti. Il tutto viene poi arricchito da elementi più sofisticati che possono essere un divano in pelle o un tappetto.

I colori e i materiali dello stile industriale

Come già detto la tipologia di abitazione più adatta a questo arredamento è il loft perché evoca la grande dimensione delle antiche fabbriche, con la possibilità di avere un’area principale molto ampia e dei soppalchi che sfruttano l’altezza. Gli elementi che non possono mancare in un arredamento in stile industriale sono le tubature a vista, tipiche delle fabbriche appunto. L’ industrial style infatti non nasconde ma anzi mostra: tubi, mattoni, metalli e travi. Così gli impianti idrici ed elettrici a vista giocano un ruolo fondamentale in questo caso in quanto diventano anche un elemento decorativo. Un impianto elettrico vintage a vista oggi è possibile grazie alle innovative soluzioni elettriche che sono nate anche dal punto di vista della sicurezza.

Spesso le pareti vengono lasciate nella loro natura originale grezza, con intonaci chiari e con inserti di mattoni di recupero. I mattoni inoltre sono presenti spesso nelle colonne portanti dei grandi loft. Altro elemento caratteristico sono le grandi finestre da cui penetra la luce naturale che conferisce luminosità e alleggerisce l’ambiente dalle tonalità tipicamente del grigio e nero.

I pavimenti invece sono spesso in cemento lucidato per un effetto finale di continuità dello spazio.

Per ovviare alla massiccia presenza di colori scuri del metallo e del cemento, una strategia è puntare su qualche complemento d’arredo colorato come dei cuscini.

Stile industriale, il mix con gli altri stili

Le ultime tendenze di arredamento vedono lo stile industriale accostato ad altri stili per un risultato finale più chic ed accogliente, rispetto alle rigorose linee originarie.

Pur essendo infatti uno stile minimalista molto amato perché moderno e funzionale, spesso però può risultare freddo e distaccato. Per questo le innovative soluzioni di arredamento prevedono un mix di stili per arricchire l’industrial style con un tocco di calore e colore. Un esempio è lo stile industriale declinato nel “green”. Temi naturali come piante e foglie verdi per decorare e l’uso di mobili in legno grezzo, rendono questo stile sicuramente più morbido, caldo e avvolgente.  Oppure le forme semplici e i materiali naturali del design nordico tipico dello stile scandinavo si accostano allo stile più freddo dato dal metallo dello stile industriale.

Condividi: